Dettaglio Servizio

D.Lgs 81: rumore e vibrazione

lorem ipsum dolor sit thumb
lorem ipsum dolor sit thumb
lorem ipsum dolor sit thumb
lorem ipsum dolor sit thumb
lorem ipsum dolor sit thumb
lorem ipsum dolor sit thumb
lorem ipsum dolor sit thumb
lorem ipsum dolor sit thumb
lorem ipsum dolor sit thumb
lorem ipsum dolor sit thumb
lorem ipsum dolor sit thumb
lorem ipsum dolor sit thumb
lorem ipsum dolor sit thumb
lorem ipsum dolor sit thumb
lorem ipsum dolor sit thumb
lorem ipsum dolor sit thumb
lorem ipsum dolor sit thumb

Caratteristiche Servizio

  • Obbligatorio : Documentazione obbligatoria per le aziende con dipendenti esposti a rumori e vibrazioni
  • Revisioni : Da revisionare ogni 4 anni salvo variazioni importanti
  • Nomrativa : Richiesta dal testo unico in materia sicurezza sul lavoro D.Lgs 81/2008
  • Raggio : Misurazioni in tutta Italia
  • Analisi : Analisi dei DPI basata sulle misurazioni effettuate
  • Analisi : Analizziamo tutte le mansioni presenti in azienda
  • Qualità : Effettuiamo mappatura acustica su planimetria dello stabilimento indicando la rumorosità nei vari punti
  • Misurazione : Misurazioni fonometriche di vibrazioni per corpo intero e mano-braccio
  • Tempi : Tempi in relazione alle dimensioni dell’azienda e alla quantità di mansioni da valutare

Il Decreto Legislativo n.81 del 2008, “Testo unico in materia di sicurezza sul lavoro”, prescrive l’obbligo per tutti i datori di lavoro di effettuare una valutazione dei rischi derivanti da esposizione a rumore e vibrazioni in modo da identificare e adottare le opportune misure di prevenzione e protezione con particolare riferimento alle norme di buona tecnica.

Il servizio che offriamo varia a seconda del tipo di prodotto e ciclo lavorativo dell’azienda in questione, del numero di compiti e mansioni, del numero di addetti presenti.

Le valutazioni, programmate con cadenza almeno quadriennale, o ogni qual volta si verifichino mutamenti che possano renderle obsolete, vengono effettuate da personale qualificato nell’ambito del servizio di prevenzione e protezione in possesso di specifiche conoscenze in materia.

In caso di superamento dei valori limite si mira ad eliminare o ridurre al minimo il rischio agendo sulla sorgente, solo in seguito, in caso i limiti siano ancora superati, il datore di lavoro provvederà adottando altri metodi di lavoro, scegliendo attrezzature adeguate, progettando luoghi e strutture che riducano l’esposizione.

Nei casi in cui i rischi derivanti dal rumore non possano essere evitati agendo alla fonte, il datore di lavoro deve fornire i dispositivi di protezione individuali (DPI) per l’udito la cui conformità sarà verificata dal tecnico competente all’interno della valutazione del rischio.